Renata Guastella

Prof. Renata Guastella

  • Insegnante di Educazione Fisica, ha conseguito il Diploma di Laurea presso l’Isef di Roma e l’abilitazione all’insegnamento di Educazione Fisica nelle le Scuole di primo e secondo grado.
  • Si avvicina alla danza specializzandosi nelle discipline jazz, hip hop, contemporaneo e afro presso lo IALS ( Centro di promozione dello spettacolo)  di Romacon il maestro Marco Ierva.
  • Frequenta stages e corsi di formazione durante i quali ha modo di studiare con: Fabrizio Mainini, Steve La Chance, Leontin Snell, Mia Molinari.
  • Inizia e completa gli studi di tecnica motoria come Istruttrice di aerobica, pilates, fitness ed allenamento funzionale,  specializzazioni acquisite con istruttori altamente qualificati presso le Fiere del Fitness di Rimini – Intraprende un lavoro di ricerca più personale che nasce soprattutto dall’esigenza di estendere le proprie conoscenze e di verificare le nuove opportunità interagendo con le caratteristiche ginniche del fitness e della danza e creando  uno stile interpretativo unico e originale.
  • Diventa socia fondatrice e presidente dell’Associazione culturale Danzaperdire che nasce dall’esigenza  di insegnare le  tecniche della danza unite alla passione che sono l’unica  vera fonte attraverso la quale si possono esprimere in libertà le proprie sensazioni, anche quelle che non si riesce a descrivere a parole. Convinta che, tra le tante, la danza sia l’arte la più capace di sconvolgere l’anima.
  • Riconosciuta per la propria capacità coreutica e di ricerca partecipa anche come danzatrice a  numerosi spettacoli, manifestazioni e rassegne di danza nel territorio siciliano, tra i quali: inaugurazione del Castello di Acate, La Baronessa di Carini, Paolo e Francesca, Don Chisciotte, Sulle Ali dei Rapaci presso il Castello di Donnafugata.
  • Realizza le coreografie del musical “È solo una favola” e dello spettacolo dedicato al pontefice Giovanni Paolo II.
  • In collaborazione con altri artisti  realizza la performance per il  recente spettacolo multimediale con orchestra da camera “Dehesmael” della Shine Records.
  • Partecipa a vari spettacoli di beneficienza in qualità di ideatrice, coreografa e ballerina: Telethon, Unesco, AISM e Bambini cardiopatici.
  • Collabora come esperta esterna alle progettualità laboratoriali  di danza per le scuole del territorio, con particolare attenzione a progetti educativi rivolti ai soggetti portatori di handicap.

Consapevole che la professione della danzatrice e l’insegnamento siano legate ad una sensazione che non passa per la testa, ma che parte dallo stomaco, che pulsa con il ritmo, e arriva, attraverso il sangue, su tutta la superficie del corpo. Un sentimento animale, e pertanto bellissimo e profondo, da trasmettere con grande amore. La danza è l’attività che desidera concretizzare e che le permette di esprimere le proprie sensazioni e stati d’animo attraverso l’impiego del proprio corpo. Nel suo ballare o insegnare, il corpo e l’anima si fondono in una sequenza di gesti equilibrati che regalano momenti magici, frutto del duro lavoro e della sua passione.